La Sydney Opera House scommettere da un sistema di Olofonia per ricreare il suono di alcuni musicisti che non sono in camera. La messa in scena dell'opera Die tote Stadt di richiesta di un'orchestra più numerosi che che potrebbe essere in camera.

La messa in scena dell'opera Die tote Stadt di (La città morta) di Erich Wolfgang Korngold era una sfida per l'Opera House di Sydney (SOH). È stato necessario ospitare 140 musicisti, la maggior parte dei membri del coro, e la fossa non hanno capacità sufficiente. È questo, che ha scelto da una soluzione di olofonia che ha permesso di ricreare il suono. "L'idea era creare un'immagine del suono per sostituire ciò che non è", spiega Tony David-Cray, progettista del suono per il progetto e il capo delle registrazioni e le emissioni del rapporto di integrità.

Il sistema è utilizzato per offrire che questo atto di legerdemain acustico è una combinazione di altoparlanti di d & b Audiotechnik, con un formato molto poco convenzionale e un algoritmo di spazio audio progettato per situarle fonti di suono virtuale nello spazio, così tutte le persone presentano nell'Auditorium li percepiscono come se fossi in una posizione o un indirizzo stabile.

Ralf Zuleeg di D & B Audiotechnik fu incaricato di sviluppare il sistema e lo ha fatto da un modello singolo altoparlante. "Ho scelto che il T10 perché può essere utilizzato come matrice online e come una sorgente puntiforme, o come mi piace dire, rende country e rock. Come ha le stesse caratteristiche del suono in qualsiasi modalità di uso, molto semplificato la mia vita. "Non aveva che perdere tempo in un sistema di regolazione composto da elementi diversi e in formati, sorgente lineare sia fonte puntuale".

In prima istanza, David-Cray richiesto da un sistema che è utilizzato solo per il pubblico e con altoparlanti ruotati per loro interpreti nello scenario. Il compito era costruire un sistema di suono che offrirebbe un'acustica campo assolutamente reale. I cantanti erano ad agire senza amplificare, da ciò che il rapporto tra loro e l'Orchestra che ha di operare in tutte le camera.

Ha campo acustico che è sorto dalla progettazione del sistema di Zuleeg, applicazione che ha effettuato Stephan Mauer, della firma Iosono, dell'algoritmo di audio spaziale per la configurazione degli altoparlanti, les sorpreso anche a loro quando viene effettuata la prima configurazione per solo una settimana della prima funzione. "Il miglior modo di immaginare come funziona il sistema-spiega Mauer-è riconoscere che non li usano altoparlanti per riprodurre il suono, ma piuttosto viene utilizzati per creare il campo acustico naturale di una sorgente virtuale del suono." Li li algoritmi calcolati segnali dell'azionamento dei loro altoparlanti corrispondenti che sono necessari in modo che l'ascoltatore percepisce il suono nella prospettiva che deve avere. "Da dire esso così, loro ascoltatori sentire musica da di alcuni strumenti che in realtà non ci sono".

In risposta a come era manifesto questa percezione delle dimensioni dell'Orchestra nell'Auditorium, David-Cray spiega che è molto uniforme. "Nella sala principale, di fronte retro, da un lato a altro." Vi sentirete in un sito e si può sentire, ad esempio, per i violini e violoncelli che sono immediatamente dietro. "Ti senti in un altro sito e le modifiche di orientamento, come se i musicisti sono stati effettivamente in camera".

David-Cray ritiene che questo metodo di immagine audio fornisce una prospettiva totalmente diversa sul design. Porta la tecnologia più di là dell'esperienza di udienza. "È quello che viene chiamato smascheramento binaurale ed è intrinseco a come lo percepiamo il mondo noi intorno e naturalmente anche di come si sente un'Orchestra: ogni membro del pubblico rende quella miscela sulla tua testa." Il suono e l'uniformità angolare di loro altoparlanti, insieme a loro algoritmi intelligenti, gioca a favore l'ascoltatore per ottenere la sospensione dell'incredulità. Non può vedere l'Orchestra, ma tutto è abbastanza buono da credere che sia. "Questo è quello che voleva dire quando ha commentato che è come out la tecnologia dell'ascolto".

Syney vivido: un festival di luci, colori e musica

Di 24 de mayo al 10 di giugno, la città di Sydney è piena di luce, colore e musica. Alla sua quinta edizione, il festival Vivid Sydney Ci vuole la città di offrire più di 120 spettacoli ed eventi culturali. E questi includono l'illuminazione del Teatro dell'Opera musicale con esibizioni musicali dal vivo e la messa in scena di una mappa 3D dove colori, movimenti e illuminazione artistica sono i protagonisti di questa creazione del gruppo di Spinifex.

Un altro elemento chiave di questo festival è il famoso Sydney Harbour Bridge prende vita attraverso l'installazione di illuminazione programmabili interattivo sul lato occidentale del ponte, controllato dal pubblico attraverso un touch screen interattivo, attraverso la collaborazione con Intel 32 Cento Illuminazione e Sydney.


Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e non vi mancherà nulla.

Altri articoli su , ,
Da • 31 May, 2013
• Sezione: Audio, Casi di studio, Eventi, Illuminazione, Proiezione

Game of thrones slot recensione http://gameofthronesslotgame.com/