Questa mostra multisensoriale immerge il visitatore nelle feste tradizionali di visualizzazioni di Pamplona dal punto di vista del corridoio. A tal fine, ha quattro simulatore di realtà virtuale, una proiezione 3D, un tachimetro dotato di sensori che consentono di confrontare la velocità del visitatore con un toro, touch screen interattivi e una "sala audio" per sperimentare la chiusura solo in questo senso.

La chiusura dell'esposizione

La chiusura dell'esposizione È una mostra itinerante, sviluppata con la più recente tecnologia applicata all'esperienza interattiva che guida il visitatore attraverso un percorso esperienziale e sensoriale che ti trasporta alla chiusura di San Fermin.

La Mostra ha scelto queste feste, che sono solo all'inizio il 7 luglio, per rendere la sua presentazione a Pamplona e continuare il loro percorso di Siviglia, Valencia e Madrid. Egli più tardi trasferito i confini nazionali e saranno esposte a Londra e Parigi e nel 2019 attraverserà l'Atlantico mostrare in diverse città degli Stati Uniti.

Questa mostra multisensoriale di immersione 360 º, che ha una superficie di 1.100 metri quadrati circa, basato il loro campione su questa festa nazionale e rende che si appoggia sulle tecnologie audiovisive per invitare l'utente alla partecipazione attiva, di toccare, sentire e sperimentare. Durante la creazione processo utilizzato tecniche innovative che includono trattamento di texture visual parallasse in 3D, il rendering con base fisica, alberi di comportamento e intelligenza artificiale, teste di persone reali implementato animazioni 3D, scansione sonore e originale.

La chiusura dell'esposizione

Chiusura la mostra ruota intorno al tema di chiusura di San Fermín, narrato dal punto di vista del corridoio. In tutte le camere diverse, il visitatore avrà l'opportunità di conoscere e vivere questa tradizione navarra. Inoltre anche impegnato uno spazio speciale nella figura di Ernest Hemingway per spiegare il suo legame con questo festival.

È un esempio che consente di vivere e sentire la chiusura di Pamplona senza i rischi di fare nella vita reale e con tutte le informazioni scientifiche e storiche per una visione completa di ciò che circonda questa tradizione di Navarra. In tutta la Mostra, i visitatori possono entrare nella pelle del corridoio tramite uno dei quattro simulatori di realtà virtuale, vedere una proiezione 3D, eseguito su un tachimetro dotato di sensori che consentono di confrontare la velocità del visitatore con la di un toro, vivere la chiusura tramite il senso dell'udito nella camera buia ed ermetica' suono' manipolare le immagini senza toccarli solo controllato con ordini gestuali, stile 'Minority Report', manipolare le immagini su schermo touch interattivo s o vedere una proiezione 3D.

La chiusura dell'esposizione

Simulatori di realtà virtuale sono stati sviluppati esclusivamente per il campione con un motore di gioco di Triple-A. Il visitatore entra in una piattaforma di omni-direzionale che permette libertà di movimento e di fornire una visione a 360 gradi. E per ottenere una esperienza più immersiva VR bicchieri, sono progettati in modo specifico, che hanno un angolo di 110 gradi in diagonale e 90 orizzontalmente.

Nel 3D e gli infrasuoni 'stanza del suono' suoni avvolgono visitatori prima di sentire la tensione ed eccitazione che regna nell'ambiente prima e durante la chiusura, come pure la calma che regna alla fine della gara.

Nel cinema 3D può essere visto con gli occhiali speciali una proiezione inserito nel clima di festa delle strade di Pamplona, ​​che prende il centro della scena di strada Estafeta, che dal 07-14 luglio diventa parte della corsa dei tori San Fermin.


Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e non vi mancherà nulla.


Da • 8 luglio 2016
• Sezione: Audio, Casi di studio, Visualizzazione, Proiezione, Realtà aumentata, Simulazione

Game of thrones slot recensione http://gameofthronesslotgame.com/